LogoFondazione 320

1. Le ustioni

L'ustione è una lesione traumatica provocata dal trasferimento di energia termica sulla superficie cutanea che causa una necrosi dei tessuti superficiali e che può interessare anche i piani profondi.

Oltreché da agenti termici, lesioni simili possono essere provocate dal contatto con caustici (causticazione) o con fonti di energia elettrica (elettrocuzione) che presentano aspetti peculiari per le loro caratteristiche anatomo-patologiche ed evolutive.

L'effetto dei caustici è infatti progressivo e lento, il quadro locale muta sensibilmente a distanza di ore ed il danno reale è valutabile solo dopo ripetute osservazioni, mentre in caso di elettrocuzione occorre ricordare che di norma una piccola lesione locale può nasconderne una ben più estesa e grave a carico dei tessuti profondi. Queste caratteristiche devono essere ben considerate nella progettazione del piano terapeutico, perché in entrambi i casi non è raro che le lesioni comportino più complessi problemi ricostruttivi.

L'estensione della necrosi è variabile ma, quando la superficie interessata supera il 18-20% si manifesta un complesso sintomatologico multiorganico, che dalla presenza di tale tessuto necrotico prende origine, denominato malattia da ustione.

L'ustione è un trauma devastante
che accompagna il paziente per tutta la vita

Conoscerla meglio è il primo passo per evitarla o limitarne le drammatiche conseguenze.