LogoFondazione 320

Chi siamo


Nell'ambito della Struttura Ospedaliera CTO di Torino svolge la sua attività la Fondazione per gli Studi e le Ricerche sulle Ustioni, una ONLUS nata nel 1983 come Centro di Ricerche e divenuta Fondazione nel 1988.

A sollecitarne la creazione fu l'esigenza di chiarire i numerosi dubbi sulla natura ed evoluzione delle ustioni, che limitavano l'efficienza delle cure, evidenziati dal gruppo di specialisti operanti nel Centro Grandi Ustionati.

Si comprese infatti che era necessario integrare il trattamento clinico con l'attività di ricerca, per ottimizzare la qualità del lavoro e i risultati clinici. Le sue finalità consistono nel promuovere attività di ricerca, didattica, formazione e prevenzione nel complesso e non del tutto ancora chiarito settore dell'ustione.

E' l'unica organizzazione privata in Italia e, oltre ad interessarsi ai diversi aspetti della fase acuta della malattia da ustione, si occupa anche della fase tardiva, cioè degli esiti cicatriziali, che sono considerati vere e proprie patologie secondarie all’ustione. Il suo stretto collegamento tra Fondazione, Centro Ustioni e Banca della Cute crea un peculiare assetto organizzativo, che consente, grazie alle sinergie di attività, di raggiungere buoni standard operativi, migliorando in ultima analisi la prognosi e la qualità di vita dei pazienti ustionati. I progressi ottenuti nel corso degli anni nella prevenzione e nella cura delle ustioni possono a buon diritto essere imputati al costante sviluppo delle conoscenze e della collaborazione tra clinici, ricercatori e docenti, favorito da questo modello organizzativo.

Le ricerche si svolgono con la stretta collaborazione di noti esperti di altre specialità, universitari ed ospedalieri, italiani e stranieri. Le attività finanziate in questi anni, in collaborazione con i maggiori specialisti italiani e stranieri, hanno contribuito in modo significativo a migliorare l'approccio diagnostico e e terapeutico, trovando supporto e soluzione sia nella nella biologia di base, con studi istologici, biochimici e farmacologici che negli studi clinici e costituendo così la base scientifica per il riordino dei protocolli terapeutici e per la loro validazione.

L’impegno nell’attività divulgativa e di informazione si è tradotto nell’organizzazione di Convegni, Congressi, Corsi di aggiornamento, anche con sistemi multimediali, tenutisi non solo a Torino, ma in Italia e all'estero, rivolti all'ambiente di lavoro, alle scuole, alle famiglie. Nella sua attività un ruolo importante è stato svolto dalla Fondazione è stato il suo lavoro nel campo della sicurezza, fornendo nozioni per prevenire le ustioni negli ambienti lavorativi a rischio. La convenzione stipulata con il Gruppo ENI a quoesto scopo ha prodotto numerosi seminari iniziati nel 1989, destinati a personale sanitario e responsabili della sicurezza.

Di recente si è formato un gruppo di volontari (Cute Project) che realizzano missioni a carattere didattico mediante lezioni teoriche e pratiche in sala operatoria in regioni disagiate dove le ustione sono frequenti e le strutture inadeguate a trattarle. In questi anni di attività la Fondazione ha investito ingenti risorse sia nell’attività scientifica che in quella divulgativa. Infatti ha promosso circa 100 progetti di ricerca e organizzato corsi per le scuole e l'ambiente levorativo a riscgio, prestando la propria opera anche a società di rilievo internazionale per valutare abitudini e comportamenti nei luoghi di lavoro in Italia e all'estero.

Nonostante i successi ottenuti nel trattamento delle ustioni, siamo consapevoli che la soluzione definitiva sia ancora lontana, e la Fondazione continua a cercare soluzioni alternative, al fine di potere, in un futuro non troppo lontano, arrivare a risultati migliori.

L'ustione è un trauma devastante
che accompagna il paziente per tutta la vita

Conoscerla meglio è il primo passo per evitarla o limitarne le drammatiche conseguenze.