LogoFondazione 320

La ricerca

Grazie all'attività della Fondazione, un organismo che ha realizzato una proficua collaborazione tra medici e ricercatori, alcune delle gravi problematiche che il clinico si trova a dover affrontare quotidianamente nella cura delle ustioni hanno trovato supporto e soluzione. Gli studi condotti nel campo delle scienze biologiche di base come l'istologia, la biochimica, la farmacologia e gli studi clinici, hanno permesso di ottenere preziose indicazioni per meglio affrontare una complessa patologia come l'ustione. Col passare degli anni le ricerche sono diventate sempre più mirate, complesse e costose, raggiungendo significativi successi quali l’aumento della sopravvivenza e il progresso negli esiti cicatriziali, ora meglio correggibili in quanto un’accurata diagnostica di laboratorio consente di prevederne l’evoluzione, scegliere la terapia locale più indicata e stabilire il momento più favorevole per l’intervento chirurgico, con maggiore probabilità di non esporre il paziente a recidive.

Molte delle ricerche effettuate, presentate in Congressi e pubblicate sulle più prestigiose riviste internazionali, hanno ricevuto il plauso della comunità scientifica per la loro originalità ed il loro rigore. I settori di ricerca della Fondazione si sono articolati soprattutto – ma non solo – su problemi ritenuti primari:

  1. La cicatrice patologica
  2. La rigenerazione nervosa sensitiva
  3. La cute prelevata da donatore
  4. Argomenti generali

L'ustione è un trauma devastante
che accompagna il paziente per tutta la vita

Conoscerla meglio è il primo passo per evitarla o limitarne le drammatiche conseguenze.